Nella dichiarazione dei redditi indica il nostro codice fiscale: 00310810221

Ogni giorno condividiamo la nostra vita con gli ultimi, mettendoci tutto il nostro tempo, il nostro impegno, il nostro cuore. Anche grazie al tuo sostegno possiamo garantire a tutti loro un pasto caldo, l’educazione, il lavoro, una casa e soprattutto una famiglia.

Solo così le persone che incontriamo e accogliamo, in Italia e nel mondo, possono ritrovare se stesse, la loro dignità e un nuovo posto nella società.

Sostienici con il tuo 5×1000. A te non costa nulla.

Perché il tuo 5×1000 è importante

Da 50 anni accogliamo le persone sole ed emarginate, e siamo per loro casa e famiglia. Molte di loro non ricevono nessun contributo da parte delle Istituzioni e ci facciamo carico noi di tutti i loro bisogni, altrimenti rimarrebbero sole. Ecco a cosa serve il tuo 5×1000.

Noi ci mettiamo la nostra vita. Tu mettici il tuo 5×1000.

500

Realtà di accoglienza.

2000

Persone della Papa Giovanni XXIII che ci mettono la vita.

5000

Persone accolte nelle nostre famiglie in Italia e in oltre 40 paesi.

50%

Percentuale di persone che accogliamo facendoci carico di tutte le spese per le loro necessità.

500

Realtà di accoglienza.

2000

Persone della Papa Giovanni XXIII che ci mettono la vita.

5000

Persone accolte nelle nostre famiglie in Italia e in oltre 40 paesi.

50%

Percentuale di persone che accogliamo facendoci carico di tutte le spese per le loro necessità.

Qui di seguito trovi le nostre storie di vita e di rinascita.

Leggile tutte

Calcola quanto vale il tuo 5×1000

Schema esemplificativo basato sull’imposta del contribuente, al lordo di eventuali deduzioni, detrazioni, ritenute e crediti d’imposta

Ecco alcuni esempi di come si trasforma il tuo 5×1000.

17 € assicurano 5 pasti caldi ad una persona che bussa alle nostre porte in cerca di aiuto e conforto, che non ha trovato altrove.

Questo è un esempio di cosa puoi fare con un reddito mensile di 1.000€.

35 € si traducono in spese mediche e sanitarie straordinarie per le persone anziane o con gravi disabilità che vivono con noi.

Questo è un esempio di cosa puoi fare con un reddito mensile di 1.500€.

86 € diventano un aiuto per rispondere alle tante necessità di cui hanno bisogno i bambini con disabilità che accogliamo: carrozzine, ausili, visite specialistiche.

Questo è un esempio di cosa puoi fare con un reddito mensile di 2.500€.

127 € ci aiutano a sostenere le spese necessarie e obbligatorie per adeguare gli spazi nelle nostre case alle persone che le vivono, abbattere barriere architettoniche e accogliere persone disabili, acquistare pulmini attrezzati per il trasporto di persone anziane e con disabilità in carrozzina.

Questo è un esempio di cosa puoi fare con un reddito mensile di 3.500€.

17 € assicurano 5 pasti caldi ad una persona che bussa alle nostre porte in cerca di aiuto e conforto, che non ha trovato altrove.

Questo è un esempio di cosa puoi fare con un reddito mensile di 1.000€.

35 € si traducono in spese mediche e sanitarie straordinarie per le persone anziane o con gravi disabilità che vivono con noi.

Questo è un esempio di cosa puoi fare con un reddito mensile di 1.500€.

86 € diventano un aiuto per rispondere alle tante necessità di cui hanno bisogno i bambini con disabilità che accogliamo: carrozzine, ausili, visite specialistiche.

Questo è un esempio di cosa puoi fare con un reddito mensile di 2.500€.

127 € ci aiutano a sostenere le spese necessarie e obbligatorie per adeguare gli spazi nelle nostre case alle persone che le vivono, abbattere barriere architettoniche e accogliere persone disabili, acquistare pulmini attrezzati per il trasporto di persone anziane e con disabilità in carrozzina.

Questo è un esempio di cosa puoi fare con un reddito mensile di 3.500€.

Cosa abbiamo fatto con il 5×1000

Lo scorso anno, grazie ai fondi del 5×1000, abbiamo potuto sostenere i bisogni delle persone accolte in 41 realtà di accoglienza in tutta Italia, garantendo loro cibo, vestiti, spese mediche.

Quest’anno, il 5×1000 ci permetterà di aiutare anche le persone e le famiglie che, a causa della pandemia, sono rimaste senza lavoro e non riescono più a soddisfare neanche i loro bisogni fondamentali.

Il tuo 5×1000 ci permetterà di aiutare chiunque ha bisogno, ovunque sia. Anche vicino a te.

Come fare

Quando compili il modulo 730, il CU oppure il Modello Redditi:

  • firma nel riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative…”
  • indica il Codice Fiscale della Comunità Papa Giovanni XXIII: 00310810221

Anche se non sei tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi puoi comunque destinare il 5×1000, consegnando un apposito modulo in un Ufficio Postale. Scopri come fare

Come fare

Quando compili il modulo 730, il CU oppure il Modello Redditi:

  • firma nel riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative…”
  • indica il Codice Fiscale della Comunità Papa Giovanni XXIII: 00310810221

Anche se non sei tenuto a presentare la dichiarazione dei redditi puoi comunque destinare il 5×1000, consegnando un apposito modulo in un Ufficio Postale. Scopri come fare

Invia un promemoria

Invia un promemoria con il codice fiscale della Comunità Papa Giovanni XXIII ai tuoi amici o a te stesso per averlo con te quando fai la dichiarazione.

Le informazioni inserite per l’invio del promemoria SMS saranno utilizzate esclusivamente ai fini dell’invio e non saranno conservate in nessun archivio digitale e/o cartaceo

Invia ad un tuo contatto WhatsApp il nostro promemoria

Siamo arrivati fin qui insieme, continuiamo a conoscerci.

Una volta al mese ti racconteremo chi sono le persone che vivono con noi e dove, giorno dopo giorno, arriva il tuo 5×1000.

Domande frequenti

Ogni contribuente che compila la dichiarazione dei redditi può destinare il 5×1000 delle proprie tasse a una organizzazione no profit.

Si: puoi comunque esprimere la tua scelta utilizzando l’apposito modulo allegato alla Certificazione Unica rilasciata dal tuo ente pensionistico. Basterà consegnare il modulo in un qualsiasi ufficio postale, chiudendolo in una busta su cui avrai scritto “Scelta per la destinazione dell’8×1000, del 5×1000 e del 2×1000 dell’IRPEF” e il tuo nome, cognome e codice fiscale. Saranno loro a recapitarla, gratuitamente, all’amministrazione finanziaria.

No, destinare il 5×1000 alla Comunità Papa Giovanni XXIII non costa nulla. Non è un’imposta aggiuntiva e non si somma all’ammontare dell’IRPEF. Se decidi di non firmare però il tuo 5×1000 rimane allo Stato.

Firma nel riquadro “Sostegno del volontariato e alle organizzazioni non lucrative…” e inserisci il Codice Fiscale della Comunità 00310810221 nello spazio sotto la firma

  •  modello 730 precompilato e/o ordinario:
    – 30 settembre 2021, sia per chi presenta il modello al CAF o al commercialista che per coloro che presentano il modello al proprio sostituto d’imposta.
  • modello Redditi ex unico:
    – 30 giugno 2021, se presentato agli uffici postali
    – 30 novembre 2021 per chi lo consegna per via telematica
  • Certificazione unica:
    – 31 ottobre 2021

Se anche quest’anno le dichiarazioni dei redditi verranno fatte in back office, per le misure di contenimento del contagio di Covid-19, ti consigliamo di comunicare al momento della consegna dei documenti la tua intenzione di destinare il 5×1000 alla Comunità Papa Giovanni XXIII, indicando il nostro codice fiscale 00310810221.

Sì, sono tre cose distinte. Con il 5×1000 sostieni le organizzazioni non profit, mentre l’8×1000 è un sostegno che puoi dare alle Confessioni religiose o allo Stato e il 2×1000 è un contributo per i partiti politici.

Ecco alcuni esempi delle spese principali che puoi portare in detrazione nel 2021:
• le tue donazioni a favore della Comunità Papa Giovanni XXIII o di altre organizzazioni non profit;
• spese sanitarie e veterinarie (come visite mediche, acquisto di farmaci, …)
• tasse scolastiche e universitarie, insieme alle spese per l’affitto per gli studenti fuori sede;
• abbonamento dei mezzi pubblici;
• spese sportive per i ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni;
• spese sostenute per l’assistenza di persone non autosufficienti;
• spese funebri;
• interessi passivi sui mutui;
• spese sostenute per la ristrutturazione di immobili (Bonus 50%), Bonus Facciate (90%), Superbonus 110% e per interventi di risparmio energetico (Ecobonus 65%);
• spese sostenute per l’acquisto di arredi ed elettrodomestici (Bonus Mobili).
Ricorda che a partire dal 1 gennaio 2020 è possibile detrarre solo le spese effettuate con mezzi di pagamento tracciabili (carta di credito o bancomat).

No. Nel rispetto della privacy, l’Agenzia delle Entrate fornisce solo il numero totale delle preferenze ricevute e non i nominativi di chi ha destinato il suo 5×1000 alla Comunità Papa Giovanni XXIII.

Saperlo, però, ci permetterebbe di ringraziare chi crede in noi e ci sceglie, mostrandogli come utilizziamo i fondi del 5×1000.
Per questo, se hai destinato a noi il tuo 5×1000 e desideri farcelo sapere, ti invitiamo a scriverci a 5×1000@apg23.org. Saremo felici di fare la tua conoscenza e dirti il nostro GRAZIE.